Cultura / Una esperienza utile di Gianni Mattioli

Ho appreso con sconcerto (e indignazione) dell’inchiesta giudiziaria aperta nei confronti di Mario Pianesi e della organizzazione, da lui promossa e diretta, dei Punti Macrobiotici. Sono sicuro che questa vicenda si risolverà esattamente, abbattendo tutte le accuse rivolte a una personalità che io ammiro e stimo e a un insieme di iniziative che considero di grande valore.
La figura di Mario Pianesi unisce le caratteristiche dell’uomo di scienza e della persona generosa, volta al ben vivere delle persone e alla realizzazione di attività finalizzate, appunto, alla salute. La vicenda di Pianesi nasce dal suo studio delle antiche teorie cinesi secondo la visione di Georges Ohsawa, da cui nascono i principi fondamentali della Filosofia Macrobiotica, da cui Pianesi individua, a sua volta, alcuni elementi essenziali per l’alimentazione da una parte e per la cura medica, dall’altra, ovviamente, per l’agricoltura.
Nasce così la passione con cui Pianesi insegna questi principi a un pubblico crescente di giovani e a essi propone di tradurli in attività, sia nel campo dell’alimentazione sia in quello dell’agricoltura. E la passione si comunica rapidamente a decine e decine di giovani, dando vita, in tutta Italia, a un’ampia organizzazione di centri Un Punto Macrobiotico. Qui ai suggerimenti di terapia alimentare si associa la preparazione del cibo ma anche la vendita dei prodotti appropriati e, in particolare, dei prodotti dell’agricoltura. E l’agricoltura è sede di una coerente determinazione che mostra anche conseguenze fortemente positive sul risparmio energetico.
La notizia di queste attività richiama l’interesse di alcune personalità dell’Università sino alla nascita della Commissione Scientifica Upm e fino al conferimento a Mario Pianesi di riconoscimenti scientifici internazionali e di un encomio solenne da parte dell’Unesco, organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura, in segno di profonda riconoscenza «per il prezioso contributo di idee e per l’incondizionato e fondamentale supporto a tutte le attività dell’Unesco nel decennio 2005-2014».
Questa è la realtà di Mario Pianesi e del Punto Macrobiotico, seguita in tutti questi anni da tutti noi con interesse scientifico, con stima e amicizia.
Il lavoro della Magistratura farà il suo corso che seguiamo con piena fiducia, con l’unico rammarico per il clamore scandalistico che ha turbato il prezioso lavoro di Pianesi e dei suoi collaboratori.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici nostri e di terze parti. Cliccando o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie
Cosa sono i cookies ?