Il tema del mese: La posta in gioco

Biblioteca

Sarebbe miope – sia da parte dei tifernati, sia da parte degli amministratori – pensare che la nuova biblioteca di Palazzo Vitelli a San Giacomo interessi in fondo solo una casta di cittadini, gli intellettuali, gli studiosi e i lettori più appassionati. Le biblioteche di nuova concezione sono ormai dei centri culturali dove ruotano i settori più disparati della popolazione; che propongono, oltre ai libri, pure prodotti audiovisivi, musica, navigazione nel web; che offrono continua e qualificata possibilità di incontro; dove possono passare ore, piacevolmente, gli adulti, i giovani e soprattutto i genitori con i bambini; che riescono ad attrarre anche chi non ci ha messo mai piede, intimorito e tagliato fuori da un sistema del sapere elitario.
Vorremmo che lo si capisse in una città, come la nostra, dove non si è esitato a finanziare costose manifestazioni che durano il tempo di una serata o di poche giornate e che solo raramente lasciano una traccia profonda nella cultura popolare; per non dire dello spreco di denaro pubblico in iniziative avventurose e di poco costrutto come la recente Estate in Città.
Affinché la nuova biblioteca segni una svolta nella politica culturale tifernate, bisognerà pensarci subito. Non basterà sbloccare i finanziamenti per il completamento dei lavori. Non si potrebbe infatti programmare per tempo – e diluire nel tempo – l’acquisto di quella dotazione di libri, cd e dvd che dovranno pure già esservi quando la biblioteca sarà aperta al pubblico?
Infine il personale. Inutile nascondere il problema.
Una struttura di quella portata non potrà essere gestita solo dagli attuali addetti. Né è pensabile che, considerato il tipo di servizio, si possa ricorrere a personale non qualificato. La selezione di chi porterà avanti la nuova biblioteca costituirà il banco di prova più vero dei reali intendimenti culturali di questa amministrazione comunale e della prossima.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici nostri e di terze parti. Cliccando o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie
Cosa sono i cookies ?