Satira E…state in piazza: giocato il derby per il futuro del centro storico tra…

Redazionale

Non è stato Polifemo il vero fenomeno che ha seminato temperature record in Italia a riscaldare il tifo castellano, ma lo scontro tra altri due giganti: Relax e Cultura. Un noto notista che scrive su un noto giornale, aveva già previsto che questa estate sarebbe stata rovente a causa di Cultura e Relax, ossia mente e bocca, pensiero e corpo. Lo scontro tra i due giganti si è risolto a favore del secondo con un punteggio che non ammette replica: 50 a 15. Entrambi si contendevano la primazia per rivitalizzare il centro storico. Avendo vinto Relax la Cultura può solo sperare in una rivincita quando il centro storico sarà definitivamente raso al suolo, l’ex ospedale crollato, i servizi commerciali trasmigrati a nord, sulle ceneri della ex scuola Garibaldi sorgerà la famosa piazza Emirati Arabi Uniti, la Fiera del Cavallo si farà in Piazza Matteotti, la Fondazione Burri avrà occupato interamente Palazzo Vitelli, Palazzo Vitelli a San Giacomo, ossia la biblioteca, sarà trasferita all’ex Cinema Vittoria e i vitelli della Fiera di San Bartolomeo pascoleranno liberamente sulle colline valtiberine ridotte a una pattumiera di rifiuti odorigeni.

Le due squadre si sono così schierate: Relax, con il tipico atteggiamento del corpo che riposa su se stesso; Cultura, con la tipica disposizione della mente che interroga se stessa e si chiede: che ci sto a fare in questa città? La partita è stata giocata all’Ansa del Tevere su allestimento del Consorzio Che Centro!, indipendente dalla periferia e dipendente dal centro, ossia dal Sindaco con cui si è fatto immortalare in un selfie di gruppo divenuto una icona cittadina. Nell’occasione, l’assessore Carletti ha pronunciato parole memorabili: «…siamo partiti in ritardo – ha detto, ma siamo sicuri che ne è valsa la pena e gli eventi, oltre alla quantità, avranno una qualità maggiore». Una dichiarazione che vale una ricandidatura. Poi ha aggiunto:«per dedicare una graduale e continua attenzione al centro storico o, come lo definì il compianto Sergio Scarscelli, il centro naturale commerciale della città». Incredibile ma vero! Arbitro della partita è stato Bettarelli, phisic du role oblige; in porta Riccardo Carletti e Graziano Giaccaglia guardalinee, turisti per caso, e Rosario Salvato quarto uomo, che nell’occasione ha detto: «Io speriamo che me la cava»”. Non capendo bene, il noto notista del noto giornale gli ha chiesto: «A quale cava si riferisce?» Risposta:«Anche se mi cavano da una Fondazione basta che mi mettano in qualche altro Consiglio di amministrazione». Il notista ha commentato: «Risposta pertinente». Osservatori speciali Blair e l’illustre consorte venuti in Altotevere per ritrovare la “terza via”, dal momento che, dopo la Brexit, non riuscivano più a trovare la strada di casa. Ci hanno pensato Fernanda Cecchini e Catiuscia Marini a dare agli sperduti ospiti indicazioni logistiche di loro conoscenza: via Lattea, via col Vento, via vai, via non facciamo scherzi! e cosi via. Di terze vie, hanno ammesso, non ne sanno proprio nulla. La squadra vincitrice si è aggiudicata il diritto di rianimare il centro storico con la collaborazione del Consorzio Che Centro! che ha già presentato il suo progetto: megapiscina in piazza Matteotti e un acquafan che parte dal campanile cilindrico con tortuose gira e volte sopra il palazzo comunale per omaggiare la serenissima Giunta. Ingresso gratuito per tutti, anche per i giornalisti che non dovranno più accreditarsi con carte o pass par tout di dubbia provenienza. Al termine dell’incontro le due squadre si sono ritrovate all’October Fest castellana, che però si è tenuta ad Agosto, perché come noto, siamo rimasti indietro nel tempo.

La kermesse si è conclusa a San Giustino dove, titola il Corriere dell’Umbria, il Comune ha salutato la stagione estiva. Magia dei titoli: tutti i dipendenti del Comune sangiustinese si sono affacciati alle finestre e alle porte guardando verso il cielo, la montagna e la luna e agitando le mani hanno detto: «Ciaone stagione estiva». ◘

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici nostri e di terze parti. Cliccando o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie
Cosa sono i cookies ?