Sansepolcro / #IO CI SONO

Pedalata solidale per Visso

di Claudio Cherubini

Il 26 ottobre 2016 due scosse di terremoto tra il 5° e il 6° grado di magnitudo alla profondità di circa 8 e 9 km, hanno fatto tremare la terra a nord ovest delle zone già martoriate dal sisma del 24 agosto che allora ebbe come epicentro Accumoli, con gravi danni alla vicina Amatrice, nel reatino. Due mesi dopo a essere devastata fu la zona del maceratese prevalentemente in prossimità di Castelsantangelo sul Nera, Visso, Ussita e Fiastra. Quattro giorni dopo, il 30 ottobre, il terremoto colpì di nuovo e stavolta raggiunse l’Umbria con la scossa più violenta (6,5 di magnitudo) che procurò crolli a Norcia e dintorni, oltre che altri danneggiamenti agli edifici già pericolanti negli altri comuni delle regioni contermini. Ma in queste zone già prostrate, la terra tremò ancora il 18 gennaio di quest’anno con danni aggravati dal maltempo (tutti ricorderanno la valanga sull’Hotel Rigopiano). Sei mesi di paura, di disperazione, di angoscia, di emergenza, di voglia di ricostruire, di rabbia di fronte a una burocrazia dell’apparato centrale dello Stato che ha frenato la giusta impazienza di tornare alla normalità. Tante promesse bruciate dai tempi inadeguati della macchina pubblica centrale e dall’assenza del fare con le istituzioni “romane” preoccupate soltanto di fornire procedure a norma e prendere decisioni formali, senza comprendere che nell’emergenza non si possono attendere i tempi della burocrazia perché le persone e gli animali intanto muoiono di fame e di freddo e le aziende chiudono. Altro motivo di sconforto per gli amministratori locali, i quali ancora oggi denunciano al Governo che di fatto la ricostruzione non c’è perché tutto si muove con estrema lentezza.
Dall’altra parte c’è stata la grande solidarietà da ogni parte d’Italia e anche dall’Unione Europea. In prima fila nella corsa alla solidarietà ci sono i singoli cittadini. Anche la nostra valle si è mobilitata con diverse iniziative e l’ultima in ordine di tempo verrà organizzata dalla Associazione Ciclistica Sansepolcro domenica 16 luglio con una pedalata di solidarietà.
La Ciclistica Sansepolcro partecipò subito a un’iniziativa di solidarietà aderendo al progetto di #Noi con Voi, che si tenne il 23 ottobre, pedalando lungo le strade del terremoto passando davanti ad Amatrice e Accumoli, poi Pescara del Tronto e Arquata “per ripensare a quest’area com’era e come ci piacerebbe torni ad essere”, scrissero gli organizzatori. L’obiettivo fu quello di raccogliere fondi, distribuiti poi ai tre sindaci, per destinarli al ripristino delle strade danneggiate dal sisma.
Tre giorni dopo quest’iniziativa la forte scossa di terremoto nel Piceno che colpì anche il comune di Visso. È così che la Ciclistica Sansepolcro decise di agire in prima persona. Già al ritorno da Amatrice, il presidente Enzo Boriosi, aveva proposto di organizzare un qualcosa simile a quell’esperienza. L’assemblea dei soci gli dette ragione e fu deliberata la manifestazione #Io ci sono, una pedalata solidale non competitiva di circa 70 km per le strade dell’Alta Valle del Tevere.
Insieme al Comune di Sansepolcro è stato individuato il progetto a cui verranno destinati i fondi raccolti: la pista ciclopedonabile di fondovalle del comune di Visso. È importante aver individuato un progetto di finalità sociale perché in questi posti oltre le mura c’è da ricostruire la vita di relazione della comunità.
A ogni atleta verrà richiesto un contributo di 20 euro e una firma in un registro, perché poi il registro con l’intero ricavato verrà donato direttamente al sindaco di Visso.
L’iniziativa partirà dal centro di Sansepolcro alle 9,30 di domenica 16 luglio, la carovana di ciclisti si dirigerà verso Città di Castello per poi tornare indietro verso Monterchi e Citerna per ricordare anche il terremoto che cento anni fa distrusse questi due comuni. Da qui il gruppo di ciclistici pedalerà alla volta del Campo alla Fiera di Anghiari e quindi affronterà il giro del lago di Montedoglio per essere di ritorno a Sansepolcro all’ora di pranzo. Ai partecipanti verrà offerto un pasta party preparato dai volontari dell’AVIS con i prodotti offerti dagli sponsor di quest’iniziativa: Vinea Familiae Montalcino, Buitoni, Coop Sansepolcro, Magda di Andrea Marrani. Inoltre hanno contribuito anche altre aziende come Studio Delta Pubblicità, Aboca con dei gadget, Pissei con la targhetta da apporre sulla bicicletta con la scritta #IO CI SONO. ◘

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici nostri e di terze parti. Cliccando o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie
Cosa sono i cookies ?