Nobiltà decaduta

la Gesenu fino a pochi anni fa era la signora dei rifiuti umbri,
crocevia di autoarticolati, commesse istituzionali e carriere
politiche. Non c’era discarica che rifiutasse i suoi servizi, né
politico le sue richieste. Il sindaco Giulietti gli aveva regalato
un appalto strappato a Sogepu, sua azienda di famiglia; prima di
lui il sindaco Orsini per non crearle troppi fastidi aveva
rinunciato a farsi un preselettore in casa propria; la sindaca
Cecchini le portò in dote rifiuti pagandoli a peso d’oro. E tutti
hanno avuto splendide carriere da deputato o assessore o
presidente. E adesso che la casa madre si trova in difficoltà,
perché la Magistratura oltre che la puzza di rifiuti ha sentito
anche quella di illeciti trattamenti, tutti le hanno voltato le
spalle. E così la Regione, non sapendo più dove sbattere la testa e
i rifiuti, ha scelto come partner Sogepu, la Cenerentola di ieri,
assieme a Vus di Foligno. Per l’occasione Sogepu si è rifatta il
vestito delle grandi occasioni: un preselettore e una discarica
nuovi di zecca. E come se non bastasse, si è comprata anche una
buona dose di quote sociali della Splendorini Ecopartner, che, come
dice il nome, è molto partner e poco eco, facendo litigare anche i
sindaci dei due Comuni interessati, i quali se le danno di santa
ragione per stabilire chi ha sbagliato di più. Ma gli abitanti di
Calzolaro sono avvertiti: il pesce puzza dalla testa che sta in
Regione, al cui confronto la loro è sopportabile. ◘

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici nostri e di terze parti. Cliccando o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie
Cosa sono i cookies ?