Domenica, 27 Settembre 2020

libreria acquista online

Quelli che le biciclette..

Avvengono cose strane di questi tempi. Ci sono voluti secoli per dimostrare che la terra è rotonda e ora insorgono i “terrapiattisti” i quali sostengono il contrario. Non meno sorprendenti sono i negazionisti di ogni specie: quelli che la Shoa è un’invenzione, quelli che gli sconvolgimenti climatici sono catastrofisti, quelli che gli incendi amazzonici scoppiano per autocombustione, quelli che il petrolio non finirà mai, e via dicendo. Poi ci sono gli ottimisti alla Karl Ludwig Schibel secondo il quale l’80% dei tifernati va in bicicletta, assunto parascientifico, ossia probabile, derivante da una rilevazione “empirica”, preso, rilanciato e  venduto dalla stampa senza battere ciglio, ovviamente. L’annuncio fatto all’esordio della XVII Fiera delle Utopie Concrete si è trasformato in un assist formidabile per accreditare una città “sostenibile”: quella che le piste ciclabili non ci sono o servono come parcheggi auto; che ha il centro storico devastato dal cemento della ex Fat, che ha l’ospedale in procinto di implodere, l’ex Vittoria trasformato in monumento al degrado, la piastra logistica più volte inaugurata e ancora chiusa; che ha i vicoli ridondanti di auto; che ha le mura urbiche distrutte per incuria ecc. ecc. ecc. Con un colpo di bacchetta magica, anzi empirica, tutto ciò è scomparso.

Se Schibel invece di volare nell’empireo si fosse appostato all’uscita delle scuole, qualsiasi scuola, avrebbe visto un nugolo di macchine e nessuna bicicletta: scomparse. Così come sono scomparse le biciclette pubbliche vissute una “nuttatta”. E la chiusura del centro storico dopo il referendum, che fine ha fatto? Le statistiche sono come le previsioni del tempo: si prendono per buone quelle che fanno comodo.

13 1


Editoriale l'altrapagina Soc. Coop.
Sede Legale: Via della Costituzione 2
06012 Città di Castello (PG)
Responsabile: Antonio Guerrini
Info Privacy & Cookie Law (GDPR)

Seguici anche su:

Dati legali

P.IVA 01418010540
Numero REA: pg 138533
E-mail: segreteria@altrapagina.it
Pec: altrapagine@pec.it

Redazione l'altrapagina

Telefono: +39 075 855.81.15
dal Lunedì al Venerdì dalle 09.00 alle 12.00