Giovedì, 26 Novembre 2020

libreria acquista online

Notizie a reti unificate

silvia romano2

Osservatorio stampa
Pasqua 2020, in pieno Coronavirus. Chiusi in casa. Avevo sentito dire di un concertone che ci sarebbe stato a Città di Castello. Bisognava affacciarsi ai balconi per partecipare. Non mi pareva il vero. Mi piaceva l’idea di condividere un evento con i concittadini. Così il pomeriggio mi sono affacciato al balcone. Purtroppo ho sentito poca musica, e quel poco che ho sentito non mi pareva gran che. Sicuramente era colpa mia. Forse non ho capito bene quello che dovevo fare. Ma non è questo il problema.

Un paio di giorni dopo cerco i giornali per informarmi su quello che era avvenuto. Ho preso in mano sia il “Corriere dell’Umbria” che “La Nazione”. Cerco le cronache del concerto e mi prende un colpo: le parti riferite al concerto sembravano scritte dalla stessa persona, con commenti simili, citazioni simili. Mi viene un sospetto. Riesco a trovare la cronaca redatta da un altro quotidiano, di cui non ricordo il nome: sostanzialmente la stessa cronaca, talvolta parola per parola. Voglio capirci di più; vado in internet e leggo “Primopiano Notizie”: praticamente la stessa cronaca.

Roba da non credere. L’Inno di Mameli è descritto “commovente e irresistibile” o, con coraggiosa autonomia, un inno dalle note “commoventi e irresistibili”. Della musica di The Mission si dice che “sintetizza al meglio questo difficile momento”; uno degli organi di stampa si discosta, affermando che è la “miglior sintesi di questo difficile momento”. Questa sì che è audace libertà di stampa… Il “Corriere dell’Umbria”, “La Nazione” e “Primopiano Notizie” concordano che i suoni del concerto “hanno incantato a Città di Castello un’intera città e non solo”. Una città – continuo a leggere – “che si è fermata in rigoroso silenzio per ascoltare dai balconi, dalle finestre, sui canali telematici e sui social, #Andràtuttobene”. Su questo concordano – parola per parola – “La Nazione”, “Primopiano Notizie” e l’altro quotidiano. Il fatto che questa frase non sia riportata dal “Corriere dell’Umbria” desta sospetti: ci sarà stata davvero tutta questa gente sui balconi e alle finestre?

Il coro delle cronache locali continua all’unisono. L’evento è stato “tutto interamente realizzato in casa”, con “un’idea originale del maestro Fabio Battistelli, noto clarinettista, e del professor Rosario Salvato, che il Comune ha promosso e patrocinato senza esitazione”. Fin qui tutto uguale, parola per parola. Con una sola eccezione: “La Nazione” ha omesso l’espressione “senza esitazione”; mica per caso sarà una velata critica all’amministrazione comunale? Mah…

Alla fine degli articoli non potevano mancare le dichiarazioni soddisfatte dei protagonisti. “Primopiano Notizie” e “La Nazione” riportano quanto detto da Battistelli: “Non abbiamo voluto rinunciare alla Pasqua neanche in questa emergenza ed organizzato un’ora di spettacolo con tanti amici musicisti che hanno trasformato Città di Castello in un grandissimo Auditorium”. Fin qui nulla da ridire, è la dichiarazione di un intervistato. Ma poi i due organi di stampa virgolettano pari pari anche il commento: “…dice con la voce rotta dall’emozione il maestro Fabio Battistelli, ideatore del concerto”.

Fermiamoci qui, perché è abbastanza. La questione non è il concerto, né Battistelli, né chi ha sostenuto l’evento. Il problema sono i resoconti giornalistici. Questo sarebbe giornalismo? Per l’amor di dio! Un giornalista dovrebbe vedere le cose con i propri occhi e raccontarle con verve e spirito critico. È questo che gli chiede il lettore, il cittadino. Invece viene il sospetto che troppo spesso si faccia un giornalismo “copia e incolla”, mescolando alla meglio comunicati di enti pubblici o di chissà chi altro.

Ora chiedo: si tratta di un incidente di percorso o di un andazzo? 

Di Valentino Rocchiana


Editoriale l'altrapagina Soc. Coop.
Sede Legale: Via della Costituzione 2
06012 Città di Castello (PG)
Responsabile: Antonio Guerrini
Info Privacy & Cookie Law (GDPR)

Seguici anche su:

Dati legali

P.IVA 01418010540
Numero REA: pg 138533
E-mail: segreteria@altrapagina.it
Pec: altrapagine@pec.it

Redazione l'altrapagina

Telefono: +39 075 855.81.15
dal Lunedì al Venerdì dalle 09.00 alle 12.00