Giovedì, 26 Novembre 2020

libreria acquista online

Rimanere umani

bologna la strage nera1

Non dimenticheremo facilmente l’immagine di quel militante nero che carica sulle spalle un estremista bianco per sottrarlo alla furia dei manifestanti. Lo ha fatto in ricordo di George Floyd, rimasto soffocato per otto minuti nell’indifferenza degli altri agenti e ha rammentato a tutti che l’umanità delle persone è più importante della differenza di colore e di “razza”. Patrick Hutchinson non si sente nemmeno un eroe, ha figli e nipoti e crede nella fratellanza e nella solidarietà degli esseri umani.

L’esplosione dell’epidemia globale ha fatto emergere i lati migliori della vita umana, ma anche quelli più crudeli e spietati. Per questo le piazze si infiammano a Minneapolis, come a Londra e a Parigi, e chiedono libertà e diritti di fronte alla legge per gli afroamericani. Le grandi parole d’ordine della rivoluzione americana che ricalcano quella francese: libertà, uguaglianza, fraternità, nella pratica sono spesso disattese dagli stessi attori che le proclamano. La polizia degli Usa ha il grilletto facile nei confronti dei neri e rappresenta il braccio violento della legge.

Sarebbe però troppo facile parlare degli Stati Uniti o del Brasile e dimenticare quello che accade alle porte di casa nostra. I trafficanti libici hanno fatto salpare un barcone con trenta persone in condizioni di maltempo, si sono salvati in diciotto. In serata si è saputo che sul gommone c’era una ragazza all’ottavo mese di gravidanza che aveva cominciato il travaglio; al telefono si sentivano le urla disperate della donna e le richieste di aiuto degli altri profughi, ma nessun intervento è stato segnalato fino a sera. Stiamo perdendo il senso dell’umanità e certi gesti ce lo ricordano. Peggio di noi hanno fatto i maltesi che hanno respinto i profughi e li hanno rispediti in Libia, nelle carceri dove i diritti umani non sono sospesi ma calpestati e la schiavitù continua ancora. Rimanere umani è un programma di vita.

di Redazione l'Altrapagina


Editoriale l'altrapagina Soc. Coop.
Sede Legale: Via della Costituzione 2
06012 Città di Castello (PG)
Responsabile: Antonio Guerrini
Info Privacy & Cookie Law (GDPR)

Seguici anche su:

Dati legali

P.IVA 01418010540
Numero REA: pg 138533
E-mail: segreteria@altrapagina.it
Pec: altrapagine@pec.it

Redazione l'altrapagina

Telefono: +39 075 855.81.15
dal Lunedì al Venerdì dalle 09.00 alle 12.00