Sabato, 26 Novembre 2022

libreria acquista online

Il mio nome è James Bond

Cinema.

silvia romano2

Del fenomeno Bond si sono interessati sociologi, psicologi, amanti di film polizieschi, di gialli e di film d’avventura. L’agente 007 viene citato come esponente di un mondo del bene contro il male assoluto, una specie di Robin Hood in chiave moderna, oppure è accusato, al contrario, di essere un “fascista”, un razzista e chi più ne ha più ne metta. Nella realtà i film di James Bond sono semplicemente film d’azione, film dotati di un certo ritmo che intendono divertire e nulla più. Il primo film ispirato a James Bond è del 1962 e ha il titolo Agente 007 licenza di uccidere diretto da Terence Young. Qui James Bond, agente segreto di S.M. Britannica, viene inviato in missione in Giamaica dove c’è un malvagio megalomane, il dottor No, che cospira per dominare il mondo da un’isola circondata da una barriera radioattiva e dotata di ogni forma di arma segreta. Bond riuscirà a sconfiggere il cattivo e farà saltare in aria la sua isola. Di seguito riportiamo altri titoli fra i più famosi. Nel 1963, diretto sempre da Terence Young, esce A 007 dalla Russia con amore. Un’organizzazione criminale soprannominata Spectre trama nell’ombra per venire in possesso di una complessa macchina appartenente ai sovietici. A guidare l’organizzazione c’è una donna disposta a tutto ma che dovrà fare i conti con James Bond. Qui il nostro super agente appare per la prima volta con una tuta da subacqueo che toglie mostrando, sotto, un impeccabile smoking. Poi. Agente 007, missione Goldfinger (1964) di Guy Hamilton: Goldfinger ha in mente di far scoppiare una bomba nucleare dentro un deposito americano in modo da contaminare l’oro in esso contenuto e così far salire il prezzo del suo. Agente 007, Thunderball-Operazione tuono (1965) di Terence Young: Sean Connery nei panni di Bond entra qui in scena di spalle al tavolo da gioco pronunciando la frase fatidica “Il mio nome è Bond, James Bond” che diventerà un segno di riconoscimento inconfondibile. Bond si trova a lottare contro la solita Spectre, quell’associazione segreta che minaccia l’umanità con delle bombe atomiche. Bond supera una serie di ostacoli e di agguati. Appaiono figure femminili assai affascinanti. Ancora. Agente 007- Si vive solo due volte (1967) di Lewis Gilbert: una capsula spaziale americana e una sovietica scompaiono misteriosamente. Americani e sovietici si accusano a vicenda e rischiano una guerra. Per evitare tale pericolo interviene James Bond. Agente 007- Al servizio segreto di sua maestà (1969) di Peter Hunt: James Bond in procinto di sposarsi deve abbandonare tutto per recarsi in Svizzera dove i nemici delle Spectre in possesso di un’arma batteriologica progettano la distruzione del mondo. Agente 007- Una cascata di diamanti (1971) di Guy Hamilton: James Bond è sulle tracce di un ladro di diamanti, ma viene costretto ad intervenire per mandare in aria un piano criminale intenzionato a distruggere l’apparato militare delle grandi potenze. Agente 007- Vivi e lascia morire (1973) di Guy Hamilton: in Usa vengono uccisi tre agenti segreti. James Bond è incaricato di scoprire l’assassino. Si renderà conto che l’autore è un paranoico con manie di grandezza. L’uomo dalla pistola d’oro (1974) di Guy Hamilton: una organizzazione criminale vuole mettere a punto un’arma che si serve dell’energia solare. Per questo incarica un killer (che uccide con proiettili d’oro) di eliminare Bond. Agente 007- La spia che mi amava (1977) di Lewis Gilbert: qui il nostro agente (che agisce insieme ad una affascinante esponente del sesso femminile) deve scoprire il mistero di due sottomarini nucleari misteriosamente scomparsi. Moonraker, operazione spazio (1979) di Lewis Gilbert. Bond riceve l’incarico di fare un’indagine sul furto di un’astronave da parte di un folle che vuole distruggere (ma guarda po’!) il nostro pianeta. Agente 007- Solo per i tuoi occhi (1981) di John Glen: al largo delle coste albanesi naufraga un peschereccio, che è in realtà una nave spia inglese che trasporta un sofisticato trasmettitore in grado di decifrare i codici di lancio dei missili imbarcati su sommergibili britannici. Le intelligence mondiali si mettono in moto per localizzare il relitto e impadronirsi del suo prezioso carico. Viene mandato dall’MI6 (unità britannica di spionaggio) un archeologo che dopo aver trovato la nave spia viene crudelmente assassinato con la moglie. Ecco a questo punto James Bond. Insieme a una affascinante ragazza 007 si lancia con lei nell’operazione di recupero. Octopussy – Operazione Piovra (1983) di John Glen: dietro l’attività di un circo si nasconde una banda internazionale di ladri di gioielli. Un sovietico mira a contrabbandare una bomba atomica nascosta in un contenitore di diamanti. Altri film. 007 - Bersaglio mobile (1985) di John Glen – il cattivo di turno è intenzionato a distruggere Silicon Valley. Ma deve fare i conti con James Bond. 007 – Zona pericolo (1987) di John Glen: Bond cerca di aiutare un generale del Kgb a fuggire dall’Est Europa. 007 – Vendetta privata (1989) di John Glen: per vendicare un amico ucciso barbaramente Bond si infiltra in una banda che spaccia droga. Goldneye (1995) di Martin Campbell. Una sadica assolda un generale sovietico per distruggere una base militare russa. ◘

di Pietro Mencarelli


Editoriale l'altrapagina Soc. Coop.
Sede Legale: Via della Costituzione 2
06012 Città di Castello (PG)
Responsabile: Antonio Guerrini
Info Privacy & Cookie Law (GDPR)

Seguici anche su:

Dati legali

P.IVA 01418010540
Numero REA: pg 138533
E-mail: segreteria@altrapagina.it
Pec: altrapagine@pec.it
ISSN 2784-9678

Redazione l'altrapagina

Telefono: +39 075 855.81.15
dal Lunedì al Venerdì dalle 09.00 alle 12.00