Giovedì, 08 Dicembre 2022

libreria acquista online

La campagna littorale

Satira.

silvia romano2

Mattarella. Chi ha fatto cadere il Governo Draghi? Conte, sei stato tu?

Conte. No, io sono uscito dall’aula al momento del voto e sono andato a fare la pipì con i miei amici.

Mattarella. Tutti insieme?

Conte. Sì, perché Grillo ci ha somministrato il diuretico solo-due-mandati e a tutti è venuta la pisciarella.

Mattarella (irato). Chi è stato allora? Conte, ho sentito la tua voce!

Conte. Non era la mia, ma quella del Conte zio.

Mattarella. E chi è il Conte zio?

Salvini. Sono io.

Mattarella. Perché zio?

Salvini. Perché vengo da lontano.

Mattarella. Come lo zio d’America.

Salvini. No, dalla Russia!

Matterella. Con amore, allora!

Salvini. No, col malloppo.

Mattarella. Come è andata con Draghi.

Salvini. Giorgetti mi ha detto che Draghi era stanco e io l’ho mandato a riposo.

la campagna littorale altrapagina mese settembre 2022 2Berlusconi. Voglio una donnaaaa!

Berlusconi: Il Campo largo è un Campo santo: “Gelmini e Brunetta riposino in pace. E anche la Carfagna”. E poi si è toccato le parti basse.

Letta (Pd). Ha alzato bandiera bianca.

Salvini (Lega). Ha alzato corona e crocifisso.

Berlusconi (Forza Berlusconi) Si è alzato e ha gridato: voglio una donnaaaa!

Toninelli giubila; Taverna gongola; Dibba studia in Siberia (M5Stelle).

Di Maio (Ex M5Stelle) Miagola: mai con chi ha tradito Draghi.

Conte risponde: Mai con chi ha tradito i 5Stelle.

Meloni (F.lli d’Italia) “Soy una donna, soy per la famiglia, soy italiana, soy e basta.

Crosetto (F.lli d‘Italia). Sei la migliore.

Meloni (La migliore) Crosetto, ti prometto che oggi sarai con me in paradiso. Pardon: “al Ministero dell’interno nel mio Governo”.

Crosetto. (F.lli d’Italia) E gli altri ministri dove li andiamo a prendere?

Meloni. La formazione è questa: Massolo, Ricolfi, Tremonti, Maldini, Burghic, Facchetti; al centro campo Crosetto, mediano di sfondamento (basta da solo); all’attacco Nord(io), Est, Sud, Ovest: quattro cardinali e due prelati di sicura fede Msi (Maria santissima immacolata). Guardalinee? Orban, Le Pen. Arbitro? Putin. A Salvini ho riservato il Ministero dei confini spiegato in latino: Ministro di Limes, dopo un corso accelerato con Lucio Caracciolo.

Salvini. Ha così commentato: se lo ius scholae è questo, si può fare: in latino sono stato sempre bocciato.

Letta (Pd).«Mai con chi ha tradito Draghi». E i 5stelle? Mai col Pd.

2 agosto – Calenda (Ciak Azione). «Col Pd marceremo solidi e compatti: vinceremo la partita».

7 agosto – Calenda (Ciak Azione). Letta stai sereno; io con te non ci sto più (musica di Paolo Conte, arrangiamento di Conte Giuseppe).

Autunno 2021 Calenda (Ciak Azione) “Non farò politica con Renzi, mi fa orrore! Ma chi se ne frega di quello che dice Renzi!”

12 agosto 2022 – Calenda (Ciak Azione). Ritornerò, in ginocchio da te (Renzi), Letta non è, non è niente per me, …

12 agosto 2022 – Renzi: C’è l’intesa: “puntiamo al pareggio tra i due poli”, per non far vincere nessuno. Ai supplementari ci giocheremo la partita.

12 agosto 2022 Renzi (Italia bischera). “Lascio volentieri che sia Carlo Calenda a guidare la campagna elettorale. È lui il front runner”: vai avanti cretino...

Meloni. «Se otterrò un voto più del mio competitor, sarò io il Premier».

Salvini. Se otterrò un voto in più della Meloni «sarò il premier per il bene dell’Italia».

Berlusconi. Voglio una donnaaaa!

Meloni. «Per risanare il Paese occorrono 70 miliardi».

Salvini. «Bisogna mettere subito nelle tasche degli italiani 50 miliardi».

Berlusconi. Innalzerò a mille euro le pensioni minime: metterò la tassa piatta al 23 per cento, niente tassa sui patrimoni, niente tassa sui depositi bancari, né sulle successioni… e si è toccato le parti basse. Chi offre di più?

Meloni. Immigrazione: “Blocco navale in Libia”.

Salvini. Immigrazione. “Porti chiusi” in Italia.

Berlusconi. Porte aperte alle olgettine, ai tribunali e alle tribune...

Fratoianni. Sì all’alleanza col Pd: mettiamo al centro il Paese e diamo il Centro a Calenda.

Salvini. Tassa piatta al 15 per cento.

Berlusconi. Vedo: tassa piatta al 10 per cento.

Meloni. Passo: è tutto un bluff.

Mattarella. Insomma, chi ha fatto cadere il Governo Draghi: si può sapere?

Meloni. Io lo so!

Mattarella. Parla allora!

Meloni. È stato Draghi stesso.

Mattarella. Vuoi prendere in giro la più alta carica dello Stato?

Meloni. No! È l’applicazione del tri-cameratismo perfetto: per Giorgetti e Salvini Draghi era stanco; io ho detto che Draghi è scappato per non affrontare la crisi sociale a ottobre; Berlusconi ha aggiunto che con l’approvazione del presidenzialismo Mattarella, cioè Lei, dovrà dimettersi: così è la democratura applicata.

Meloni. Inoltre propongo che il 25 settembre sia dichiarato “festa della liberazione dagli antifascisti” in sostituzione del 25 aprile, perché il fascismo non esiste più; che venga abolito il reddito di cittadinanza, che esiste ancora; che la fiamma tricolore rimanga nelle nostre insegne perché è l’unico simbolo del surriscaldamento climatico.

Il Parlamento approva con maggioranza dei 2/3.

Salvini. E per il fascismo saranno tempi Duri(gon).

Berlusconi. Voglio una donnaaaa!

Redazione l'Altrapagina


Editoriale l'altrapagina Soc. Coop.
Sede Legale: Via della Costituzione 2
06012 Città di Castello (PG)
Responsabile: Antonio Guerrini
Info Privacy & Cookie Law (GDPR)

Seguici anche su:

Dati legali

P.IVA 01418010540
Numero REA: pg 138533
E-mail: segreteria@altrapagina.it
Pec: altrapagine@pec.it
ISSN 2784-9678

Redazione l'altrapagina

Telefono: +39 075 855.81.15
dal Lunedì al Venerdì dalle 09.00 alle 12.00